Il brivido della motocross: consigli per gli appassionati delle due ruote

Quanti di voi, appassionati di moto, ha mai pensato di spingersi oltre? Provare attività più estreme con le moto, come ad esempio provare le motocross?

Quello che vogliamo fornirvi oggi è una piccola lista di consigli da seguire per chi vuole provare a stare in forma associando la passione per le due ruote.

Oggi la disciplina del motocross deve gran parte del proprio successo alle gare amatoriali, dove, anche chi ha poco tempo a disposizione per gli allenamenti, può divertirsi e godere l’ebbrezza della competizione.

Ecco i nostri consigli:

Il primo consiglio che ci sentiamo di darvi è l’attenzione alla vostra sicurezza, dotandovi di un abbigliamento tecnico di qualità che possa assicurarvi una guida sicura. Un abbigliamento che possa proteggere braccia, bacino e schiena. Dunque vi serviranno: casco (rigorosamente integrale e che sia allacciato bene), occhiali, maglietta e pantaloni adatti, stivali, guanti, protezioni per schiena e torace, ginocchiere e para gomiti.
Assicuratevi di prendere una motocross della giusta altezza vostra, così da evitare di avere una moto troppo grossa da gestire
Per la prima esperienza con le motocross, scegliete strade di campagna, sterrate, libere da ostacoli e, possibilmente, rettilinee. Andate sempre accompagnati per le prime volte. Partite con cautela e percorrete il tragitto scelto in andata e ritorno, alternando la guida da seduto, con quella in piedi, cercando di acquisire una buona stabilità e padronanza del mezzo
Quando percorrete i tratti rettilinei, provate a scalare le marce. Raggiunta la massima potenza, cambiate nuovamente. Quando la velocità vi soddisfa, provate a inclinare la schiena a 45°, le braccia a 90° e alzatevi in piedi, stando ritti sulle staffe con le ginocchia possibilmente serrate sulla giunzione fra sella e serbatoio (nelle moto moderne vi sono imbottiture in questi punti di appoggio).
In salita, dovete sbilanciarvi leggermente indietro con il bacino per favorire la trazione, contemporaneamente avanzando con il busto verso il manubrio.
In discesa, la tecnica prevede lo spostamento del bacino indietro, quasi al parafango, con lo schiacciamento del busto verso il serbatoio e l’utilizzo di marce basse (prima o seconda per freno motore e pedale sul freno).
Utilizzate con cautela il freno anteriore! Meglio premere su quello posteriore perché, al limite, la moto sbanda ma rimane controllabile; nella situazione peggiore, si potrebbe verificare il suo spegnimento.
Prestate attenzione alle curve. Quando arriva il momento di girare, scegliete una buona traiettoria, seguite questa e mantenete potenza costante. Tenete il gomito esterno alto e mettete in fuori la gamba interna alla curva. Tenete la gamba dritta a voi vicino al parafango, vi aiuterà a mantenere l’equilibrio e vi permetterà di puntellare il piede al suolo in caso di scivolamento.
Fare salti alti può essere spaventoso se non si è ancora a proprio agio sulla moto. Cominciate con qualche rampa piccola e piana. Sono molto facili e permettono un atterraggio morbido un po’ ovunque. Alzate il manubrio e state un po’ in piedi. Quando vi sentirete abbastanza sicuri in questo, provate a fare un salto doppio. Alzate il viso. Allo stesso tempo la ruota anteriore si alza e dovreste rimettervi in piedi. Quando siete in aria, mantenete una posizione comoda ma ferma per affrontare l’atterraggio. Se l’anteriore va su e giù, niente panico! Schiacciate il freno posteriore e gradatamente dovrebbe scendere. Prima di toccare il terreno, date un po’ di gas così la moto atterra in maniera fluida.
I dossi sono difficili e richiedono un sacco di esercizio come tutto il resto con le motocross. Ci sono tre metodi principali per affrontarli: andare adagio e in maniera regolare, saltandoli due o tre alla volta (questo è molto utile e un metodo molto tecnico perché potete cambiare traiettoria ogni volta) o correrci sopra (ad alta velocità, ed è una tecnica molto difficile da padroneggiare: la ruota posteriore sfiora il vertice di ogni dosso dandovi meno controllo). Rimanete in piedi quando siete sui dossi e tenete il peso appena dietro: il centro di gravità verso la parte posteriore della moto. Allenatevi a tenere le ginocchia e i gomiti piegati prima di impazzire sui dossi. Ricordatevi che più del 60% degli incidenti in gara avviene sui dossi. L’importante è tenersi forte e assecondarli.
Dunque, fate attenzione ma..scatenatevi!

Buona corsa con la vostra motocross, fateci sapere se avete provato!